Informativa adesione servizio di refezione scolastica scuola dell’infanzia e primaria 2019/20

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Oggetto: servizio di refezione scolastica scuola dell’infanzia e primaria a. s. 2019/20.

Si porta a conoscenza dei genitori che con nota Prot. 2019.0714500 della Direzione Generale Welfare – Servizi Educativi – Servizio Diritto all’Istruzione, ha comunicato le procedure relative all’adesione al servizio di refezione scolastica e le modalità di contribuzione da parte degli utenti. I genitori degli alunni interessati avranno cura di visionare la delibera del Consiglio comunale n. 16 del 29/03/2019 con la quale sono state confermate le tariffe e le relative modalità di pagamento per l’anno scolastico in corso, sul sito del Comune di Napoli http://www.comune.napoli.it/refezione-scolastica.

DESTINATARI DEL SERVIZIO MENSA

Le Sezioni unite della Cassazione con la sentenza 20504 hanno affermato che non esiste un diritto soggettivo all'autorefezione individuale nell'orario della mensa e nei locali scolastici e che, quindi, gli alunni non possono consumare a scuola il cibo portato da casa durante la pausa pranzo. Il “tempo mensa” è indiscutibilmente compreso nel “tempo scuola”, in quanto «esso condivide le finalità educative proprie del progetto formativo scolastico di cui esso è parte», oltre alla finalità di socializzazione che «è tipica della consumazione del pasto “insieme”».

In considerazione di quanto detto sopra, così come deliberato dal Consiglio di Circolo del 04/10/2019, le famiglie degli alunni delle classi a trenta ore (Tempo prolungato) usufruiranno a partire dal corrente anno scolastico del servizio di refezione scolastica nei giorni del martedì e giovedì. I genitori, dopo aver preso visione attentamente delle indicazioni di seguito riportate, potranno avviare la procedura necessarie all’adesione al servizio di refezione.

MODALITÀ DI ADESIONE AL SEVIZIO MENSA

Come nell’anno scolastico precedente anche per l’a.s. 2019/20 è previsto un pagamento secondo il valore dell’indicatore I.S.E.E. in base al conteggio del numero dei pasti di cui l’alunno ha fruito nel corso del mese. La scuola, infatti, registrerà su un’apposita piattaforma le eventuali assenze per cui il Comune comunicherà direttamente al genitore la quota da  versare, sottraendo i giorni durante i quali il bambino non ha mangiato. Si allegano alla presente le relative tabelle:

QUOTE CONTRIBUTIVE

SCUOLA  INFANZIA E/O PRIMARIA A TEMPO  PIENO (5 GIORNI)

COSTO SINGOLO PASTO

TARIFFA RIDOTTA DEL 30%

I fascia

da € 0,00 a € 500,00

€ 0,75

€0,53

II fascia

da € 500,01 a € 2.500,00

€ 1,00

€0,70

III fascia

da €2.500,01 a € 6.000,00

€ 1,30

€0,91

IV fascia

da €6.000,01 a € 9.000,00

€ 1,60

€1,12

V fascia

da €9.000,01 a € 13.000,00

€ 2,30

€1,61

VI fascia

da €13.000,01 a € 18.000,00

€ 3,00

€2,10

VII fascia

da €18.000,01 a € 26.000,00

€ 3,80

€2,66

VIII fascia

oltre €26.000,00

€ 4,70

€3,29

Si ricorda che è previsto, all’atto dell’iscrizione, il versamento dell’importo di 15.00 euro quale contributo per l’organizzazione generale del servizio. Si precisa che tale importo va corrisposto una sola volta.

ADESIONE AL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA E CONTRIBUZIONE DA PARTE DEGLI UTENTI

Per accedere al servizio di refezione scolastica, infatti, è necessario che il genitore o l'esercente la potestà genitoriale provveda ad effettuare l'iscrizione on-line https://www.refezionenapoli.it/login.php compilando il modulo di domanda disponibile accedendo alla home page del sito del Comune di Napoli. È indispensabile che l'utente disponga di un indirizzo e-mail. Una volta entrati nella pagina dedicata, il sistema richiederà una registrazione che può essere effettuata inserendo i dati anagrafici, il codice fiscale e l'indirizzo e-mail personale. Dopo il primo accesso la password potrà essere modificata e sarà conosciuta esclusivamente dall’utente. La domanda deve essere compilata correttamente ed inserendo tutte le informazioni richieste. Particolare attenzione dovrà essere riservata alla compilazione dei campi relativi alle esenzioni ed alle agevolazioni tariffarie per i figli successivi al primo. Per accedere alle tariffe agevolate da 1 a 7 è indispensabile che nella domanda vengano inseriti i dati (n° di protocollo e data di presentazione della DSU) dell'attestazione ISEE 2019 rilasciata ai sensi del D.P.C.M. n.159/2013, in corso di validità, relativa alla situazione economica del nucleo familiare di cui fa parte l'alunno che dovrà accedere al servizio di refezione scolastica.

Coloro che non intendono avvalersi delle agevolazioni tariffarie dovranno limitarsi a non compilare i campi relativi all'attestazione ISEE. La mancata compilazione di tali campi comporta l'accettazione della collocazione in fascia 8.

Al termine della compilazione il programma invita a prendere visione della domanda e della correttezza delle informazioni inserite e richiede una conferma prima del definitivo inoltro della domanda di iscrizione per la quale è rilasciato un numero identificativo. Infine, il sistema informatico provvede a recapitare direttamente all'indirizzo di posta elettronica indicato dall'utente copia della domanda compilata. Per i genitori che dovessero incontrare difficoltà nella compilazione delle domande di iscrizione on-line è prevista la collaborazione dei Servizi Gestione Attività Territoriali delle Municipalità e degli URP.

Inoltre, è stato predisposto un servizio di supporto agli utenti ed alle scuole, reso attraverso l'indirizzo di posta elettronica dedicato refezione.scolastica@comune.napoli.it, ed un presidio presso il Servizio Rapporti con le Scuole Statali e Refezione Scolastica nei giorni dal lunedì al venerdi dalle ore 9.00 alle ore 13.00 - telefono 0817959447.

TARIFFE AGEVOLATE

Per usufruire delle tariffe agevolate corrispondenti alle fasce da 1 a 7 l'utente deve indicare, nella domanda di iscrizione al servizio di refezione scolastica, i dati dell'attestazione ISEE 2019 rilasciata ai sensi del D.P.C.M. n.159/2013, che saranno, poi, verificati con la banca dati dell'INPS. L'attestazione ISEE vale in via generale fino alla fine dell'anno scolastico, tranne che in caso di presentazione di una nuova attestazione ISEE ("ISEE corrente" ai sensi dell'art.9 del D.P.C.M. n.159/2013 o attestazione ISBE relativa al nuovo anno) che comporterà l'applicazione della nuova tariffa agevolata esclusivamente dal mese successivo.

ESENZIONI

Per l'a.s. 2019/2020 è prevista l'esenzione dal pagamento della quota contributiva per il servizio di refezione scolastica nei seguenti casi:

  • 1)           alunno diversamente abile in situazione di gravità (L.104/92 art.3 c.3) accertata e certificata dal competente Ufficio Sanitario dell'A.S.L., appartenente a nucleo familiare il cui valore ISEE non risulti superiore a € 24.000,00;
  • 2)           alunno riconosciuto invalido dall'apposita Commissione dell'ASL, appartenente a nucleo familiare il cui valore ISEE non risulti superiore a € 24.000,00;
  • 3)           alunno appartenente a nucleo familiare con valore ISEE fino a € 2.500,00 e in condizioni di grave disagio socio-economico-ambientale, in carico ai Centri Servizi Sociali Territoriali.

Per il riconoscimento dell'esenzione nei casi di cui ai precedenti nn. 1) e 2), ad integrazione della, domanda presentata on-line il genitore o l'esercente la potestà genitoriale deve presentare alla scuola di frequenza apposita istanza in carta semplice, corredata da copia dell'attestazione ISEE e da copia della certificazione rilasciata dal competente Ufficio Sanitario dell’ A.S.L. ovvero dalla Commissione dell'A.S.L. che ha riconosciuto l'invalidità.

In tal caso la scuola, acquisita ed esaminata la documentazione, provvede direttamente a riconoscere l'esenzione all'interessato intervenendo sulla scheda dell'utente contenuta nel programma gestionale e confermando l'esenzione.

Per il riconoscimento dell'esenzione nel caso di cui al precedente n. 3), ad integrazione della domanda presentata on-line è necessario presentare al Servizio Attività Amministrative della Municipalità territorialmente competente un'istanza motivata in carta semplice, corredata da copia dell'attestazione ISEE. Il Servizio Attività Amministrative della Municipalità - effettuate le verifiche di merito - provvederà a riconoscere l'esenzione all'interessato intervenendo sulla scheda dell'utente contenuta nel programma gestionale con la conferma dell'esenzione e ne darà comunicazione alla scuola. L'esenzione si riferisce alla quota contributiva mensile e non è estesa al pagamento dell'importo di €15,00 quale contributo per l'organizzazione generale del servizio.

AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI

Per l'a.s. 2019/2020, alle famiglie che versano la quota contributiva per la refezione scolastica contemporaneamente per due o più figli, si applica la riduzione del 30% della tariffa dovuta per i secondi e successivi figli.

L’apposita modulistica per richiedere diete speciali o personalizzate è pubblicata sul sito del Comune di Napoli e disponibile presso la segreteria della scuola.

I Genitori dovranno Provvedere alla dotazione giornaliera di tovaglietta di appoggio, tovagliolo, posate e bicchiere in materiale riutilizzabile da riportare a casa, così come disposto dall’Assessorato alla Scuola.

ISCRIZIONE AL SERVIZIO REFEZIONE DEGLI ALUNNI FIGLI DI GENITORI STRANIERI SENZA REGOLARE PERMESSO DI SOGGIORNO.

Per i soli alunni figli di genitori stranieri sprovvisti di codice fiscale e, quindi, impossibilitati a richiedere l'attestazione ISEE, l'iscrizione al servizio di refezione scolastica va effettuata compilando, in ogni parte, l'apposito modulo cartaceo ( che si allega) da consegnare presso la segreteria della scuola di frequenza.

L’ISCRIZIONE AL SERVIZIO REFEZIONE DOVRÀ ESSERE EFFETTUATO TASSATIVAMENTE ENTRO IL 21 OTTOBRE.

Il sito del Comune di Napoli, all’indirizzo http://www.comune.napoli.it/refezione-scolastica, fornisce ulteriori informazioni, la modulistica necessaria ed il link di accesso al portale refezione.

Il Dirigente Scolastico

 Prof.Vincenzo Varriale

DIETE DIFFERENZIATE
Al fine di consentire la partecipazione alla mensa scolastica a tutti gli alunni, compreso quelli affetti da patologie o intolleranze alimentari e quelli di religione o cultura diversa, è assicurata l'erogazione di diete differenziate.
In particolare, per gli alunni affetti da patologie o intolleranze alimentari sono state predisposte, a cura del SIAN del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL Napoli l Centro, n. 7 diete speciali standardizzate ~ scaricabili anche dal sito Internet del Comune di Napoli - per le seguenti intolleranze alimentari più diffuse:
- intolleranza al glutine;
- intolleranza alle proteine dell'uovo;
- intolleranza alle proteine del latte vaccino;
- intolleranza alle proteine del latte vaccino e dell'uovo;
- intolleranza alle proteine del latte vaccino e del glutine;
- intolleranza al pesce;
- intolleranza ai legumi;
nonché le sottoindicate n.5 diete speciali standardizzate:
-menu per dislipidemia;
- menu iposodico;
- menu semiliquido;
- menu privo di carne suina;
- menu vegetariano.

Diete Speciali per motivi sanitari

La richiesta di dieta speciale motivata da patologie, allergie e/o intolleranze alimentari va redatta dal genitore o dall'esercente la potestà genitoriale dell'alunno utilizzando l'apposito modulo (modello 1).  
La procedura da seguire varia a seconda che venga richiesta la fruizione di una dieta speciale standardizzata o di una dieta personalizzata. 
DIETA STANDARDIZZATA:  la richiesta (modello 1) deve essere consegnata alla scuola unitamente alla certificazione medica redatta sul modello appositamente predisposto(modello 2). La tabella dietetica standardizzata già predisposta dal Comune dovrà essere portata dal genitore in visione al medico curante per il rilascio della suddetta certificazione.Le istanze di diete standardizzate verranno, poi, trasmesse dalla Scuola al Servizio Attività Amministrative della Municipalità, competente all'emissione del relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice. 
DIETA PERSONALIZZATA (nuova richiesta): la richiesta (modello 1) - unitamente al certificato redatto dal medico in carta semplice- deve essere consegnata dall'utente in busta chiusa al Servizio Diritto all'Istruzione (piazza Cavour, 42 - 6° piano - stanza n.14) o inviata allo stesso per posta elettronica (all'indirizzo  diritto.istruzione@comune.napoli.it  con indicazione nell'oggetto: "richiesta dieta personalizzata"). Il Servizio Diritto all'Istruzione provvederà ad inoltrarla al SIAN del Dipartimento di Prevenzione dell'ASL Napoli 1 Centro per l'elaborazione dell'apposito regime dietetico personalizzato. Sarà, poi, cura del Servizio Attività Amministrative della Municipalità - una volta ricevuta la dieta personalizzata -  emettere il relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice dandone comunicazione alla scuola.
DIETA PERSONALIZZATA (richiesta di conferma): se l'alunno già fruiva nell'anno scolastico 2018/19 di dieta personalizzata per la medesima patologia o intolleranza e intende continuare ad avvalersi della stessa dieta anche nell'a.s. 2019/20120, alla richiesta (modello 1) del genitore va allegata certificazione medica redatta su apposito modello di conferma (modello 3) da consegnare presso la scuola. Tale documentazione verrà, poi, trasmessa dalla Scuola al Servizio Attività Amministrative della Municipalità, competente all'emissione del relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice. 
Per l'interruzione della dieta speciale per motivi sanitari l'interessato dovrà, in ogni caso,  presentare alla scuola apposita certificazione medica che, poi, andrà trasmessa al Servizio Attività Amministrative della Municipalità.     

Diete Speciali per motivi etico-religiosi

Per la richiesta di dieta speciale motivata da scelte personali etiche o religiose, non connesse a condizioni patologiche o di intolleranza alimentare dell'alunno, è necessario acquisire solo l'istanza del genitore o esercente la potestà genitoriale, redatta utilizzando l'apposita modulistica (modello 4).   Tale istanza deve essere trasmessa dalla Scuola al Servizio Attività Amministrative della Municipalità, competente all'emissione del relativo ordinativo nei confronti della ditta fornitrice.       

Allegati

Contatti

Contatore Visite